Cerca
  • Simone Ferrari D.O.

Distorsione di caviglia & postura

Lo sapevi che?!

Un trauma distorsivo o anche solo contusivo di una delle articolazioni dell’arto inferiore (piede, caviglia, ginocchio e anca) se non curati correttamente, possono essere la causa del tuo mal di schiena?

Ti spiego quello che può accadere

Sicuramente almeno una volta ti sarà successo di prendere una distorsione di caviglia giocando a calcetto, una caduta sciando o mancare un gradino mentre scendi le scale e avvertire quello sgradevole contraccolpo. Ecco, in occasione di questi eventi le articolazioni sono poste sotto forte stress e di conseguenza, per proteggersi da lesioni più gravi, il sistema nervoso genera rigidità, facendo perdere alcuni gradi funzionali di movimento.

Cosa accade quindi? Inizialmente nella fase acuta possiamo avere gonfiore, dolore e un aumento generalizzato della rigidità che solitamente si risolvono nel giro di qualche giorno o di poche settimane. Nei casi più seri abbiamo anche una lesione del tessuto osseo, muscolare o legamentoso che fanno aumentare i tempi di recupero.

In una seconda fase l’infortunio può risolversi completamente o lasciare qualche strascico come quel senso di poca fluidità e/o di fastidio nei movimenti. Veniamo al punto... Quando il movimento articolare è ridotto cambierà di conseguenza anche l’appoggio plantare generando potenzialmente uno scompenso. Questo alla lunga può instaurare dei deficit posturali facendo lavorare in maniera errata alcune strutture anatomiche come il bacino portandolo ad un sovraccarico e sfociando così nel dolore.

Fortunatamente non sempre accade, tanti riescono a recuperare tranquillamente dall’infortunio. Tuttavia per capire se è presente questo deficit di movimento bisogna verificarlo attraverso dei test manuali in studio perchè non da sempre campanelli d’allarme. Magari il paziente non ha dolore ne fastidio ma viene in studio per il mal di schiena. Questo tipo di problematica colpisce spesso gli sportivi perchè sono più soggetti ad infortunio.

Di fronte ad un malessere fisico è sempre utile valutare il paziente nel suo insieme perchè come in questo caso le cause/concause possono trovarsi altrove rispetto alla zona sintomatologica.


0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti